Ultima modifica: 18 Marzo 2020
> Circolari > Circolare n.282 INDICAZIONI DIDATTICA A DISTANZA DOCENTI DI SOSTEGNO

Circolare n.282 INDICAZIONI DIDATTICA A DISTANZA DOCENTI DI SOSTEGNO

LOGO_itetscontornato

ANNO SCOLASTICO 2019-20

 

CIRCOLARE  DEL  DIRIGENTE  SCOLASTICO

N.282    DEL 18/03/2020

Oggetto: INDICAZIONI DIDATTICA A DISTANZA DOCENTI DI SOSTEGNO

Prot.n.2463/02-05-1

 A TUTTI I DOCENTI

Facendo seguito alla circolare n. 281 del 17/3/2020, si forniscono  le indicazioni della didattica a distanza per i  docenti specializzati.

  1. I docenti devono riportare le lezioni nell’AGENDA del registro elettronico nella parte visibile ai soli docenti (non nel planner delle aule virtuali), secondo l’orario scolastico e indicando con precisione l’attività da svolgere e la modalità (es. Letteratura italiana, video lezione/diretta streaming su Leopardi,,,).
  2. I docenti devono caricare il materiale e i compiti da svolgere nella sezione “Didattica” del registro elettronico, secondo la seguente procedura: a) nominare la lezione indicando la classe, la disciplina e la data (es. 5^ A CAT- STORIA –LEZIONE DEL 16/3/2020); b) caricare il materiale didattico; c) dare conferma; d) cliccare sul simbolo di condivisione; e) selezionare l’alunno e dare conferma; f) selezionare il docente della materia e il Dirigente Scolastico con cui condividere e dare conferma.

Se si tratta di un’attività riguardante autonomie operative o trasversali condividere con il docente tutor (ed eventualmente anche con altri docenti) e con il Dirigente scolastico.

Nella sezione Didattica si ha possibilità di caricare anche un Testo in cui scrivere eventualmente qualche indicazione  utile allo studente.

  1. I docenti devono segnalare al docente curricolare l’eventuale necessità di condividere anche con loro materiali e compiti assegnati agli studenti.
  2. I docenti promuovono, ove possibile, la partecipazione alle call conference della classe anche per studente con programmazione differenziata, sia pure per pochi minuti,  in modo che egli possa  mantenere il contatto con i docenti e con i compagni di classe.
  3. I docenti attivano, ove possibile, call conference con il singolo studente .
  4. I docenti, che hanno in carico alunni che seguono una programmazione differenziata, devono indicare allo studente come caricare i lavori prodotti secondo le modalità e i tempi più opportuni, avendo cura di tutelare sempre la privacy (Aula virtuale- Materiali-Compiti studenti, mail, ecc..).
  5. I docenti, che hanno  in carico alunni che seguono una programmazione paritaria, comunicano all’alunno la modalità indicata dal docente curricolare.
  6. Seguendo tale procedura, che rende tracciabile ogni attività, i docenti NON DEVONO più FIRMARE IL REGISTRO ELETTRONICO NE’ RIPORTARE LE PRESENZE DEGLI STUDENTI.

Oltre all’aspetto didattico, si ribadisce l’importanza di mantenere sempre viva la relazione educativa creatasi fra docente e studente, soprattutto per  gli alunni  non verbali o particolarmente gravi (autismo di livello 3) per i quali risulta di difficile attuazione la didattica a distanza.

Ogni docente troverà la modalità più opportuna da mettere in atto, confrontandosi anche con i genitori o con gli psicologi privati (qualora  ve ne fossero) e annotando, in agenda del registro elettronico, l’intervento.

                                                                            IL DIRIGENTE SCOLASTICO     

                               F.to prof.Sabino Lafasciano

Firma sostituita dall’indicazione a stampa del soggetto responsabile, ai  sensi dell’art. 3, co. 2, del D.Lgs. 39/93




Link vai su