Ultima modifica: 12 Settembre 2016

VIVO PER LEI

A.S.  2014-2015

VIVO PER LEI

vivo per lei

Il 6 febbraio 2015, presso il Teatro Don Bosco di Molfetta, l’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Gaetano Salvemini” di Molfetta ha presentato il musical “Vivo per lei”. Il progetto, fortemente voluto dal Dirigente scolastico Donato Ferrara, è nato da un’idea della professoressa Rita Campi. Il docente Gianni Antonio Palumbo, autore del copione dello spettacolo, e la stessa Campi hanno curato la regia teatrale.

Il progetto ha impegnato trenta studenti dell’Istituto ed è stato finalizzato all’integrazione e all’inclusività. “Vivo per lei” racconta la storia di Daniele Rinaldi (interpretato dall’alunno Gabriele Curatolo), ragazzo iperattivo che vive con disagio la situazione scolastica ed è totalmente assorbito dalla passione per la musica e per lo studio del pianoforte. L’istituto lo aiuterà a realizzare il suo sogno. “Vivo per lei” non è solo la storia di Daniele; alla sua si intrecciano altre vicende, come quella di Linda (Melania Maldera), studentessa ripetente che non riesce a trovare la giusta motivazione allo studio. Il musical fotografa con realismo la situazione della scuola italiana, alle prese con le sfide di una tecnologia spesso invisa a insegnanti di vecchio stampo, come l’acida professoressa Pisani (Damiana Nacci, docente dell’ITET “Salvemini”), che tiranneggia i suoi studenti. Tra episodi di bullismo, crisi familiari legate a una congiuntura economica sfavorevole, divieti scolastici, registri elettronici malfunzionanti ed esibizioni di danza e canto, emerge l’idea (come ha sottolineato l’Assessore alla Cultura del Comune di Molfetta, Betta Mongelli, presente allo spettacolo) che la scuola possa davvero valorizzare i talenti degli studenti, solo se a guidare il difficile lavoro dei docenti saranno il cuore e l’amore per le giovani generazioni.

Alla rappresentazione hanno collaborato anche i docenti Mauro Cappelluti, Mauro Ciccolella, Nicla Sterlacci e Cristoforo Rutigliano.

Video sintesi della rappresentazione




Link vai su