Ultima modifica: 21 Gennaio 2019
ITET SALVEMINI - MOLFETTA > News > RAGAZZI…ALL’OPERA “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini

RAGAZZI…ALL’OPERA “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini

RAGAZZI…ALL’OPERA

“Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini

È un eccellente opera buffa; l’ho letta con piacere e mi sono divertito. Fino a che ci sarà un teatro d’opera italiano verrà eseguita”. Con queste parole Beethoven elogiava l’opera scritta da Rossini prevedendone il successo e la gloria futuri.

Anche noi studenti dell’ITET Salvemini di Molfetta abbiamo assistito alla memorabile rappresentazione del “Barbiere di Siviglia” il giorno 10 gennaio presso l’auditorium Madonna della Pace di Molfetta, eseguita dall’Orchestra Filarmonica Pugliese in forma ridotta, matinèe per le scuole. 

A differenza delle opere rappresentate nei grandi teatri, i cantanti e l’orchestra erano sul palcoscenico:  hanno eseguito arie alternate alla narrazione di Figaro, impersonato da Gerardo Spinelli, che con le sue battute fuori copione ha saputo coinvolgere tutto il pubblico. 

L’orchestra guidata dal maestro Giovanni Minafra ha aperto l’opera con una Sinfonia nel tipico stile rossiniano: un inizio silente e tranquillo, un crescendo caratterizzato dall’aumento di intensità ottenuto col  raddoppio di strumenti e di suoni, un finale ritmico ed avvincente. Anche la “Tempesta”, simulata egregiamente dall’orchestra, è iniziata lentamente e terminata in modo frenetico.

Le classi partecipanti hanno applaudito calorosamente i cantanti, soprattutto Rosina, interpretata dalla giovanissima Carmen Lopez, che con i suoi potenti acuti ha interpretato il brano “Una voce poco fa” e che, insieme a tutti gli altri, ha reso lo spettacolo accattivante e galvanizzante.

Tuttavia il personaggio più divertente è stato proprio Figaro, il barbiere che aiuta il conte di Almaviva a conquistare Rosina: il  “factotum della città” ha eseguito la notissima aria “Largo al factotum” esaltando il potenziale comico con non-sense e virtuosismi canori.

Incredibile il finale con le voci di tutti i cantanti che si sovrapponevano in un coinvolgente crescendo rossiniano, ottenendo un effetto quasi convulsivo.

Standing ovation e scroscio di applausi per entrambi gli spettacoli eseguiti.

Sicuramente un’ esperienza da ripetere!

SPARAPANO CARLO (3 B CAT)

MAENZA SABINO (3 B CAT)

SANCILIO COSMO (3 B CAT)

Lascia un commento

Devi fare il log in per inserire un commento.




Link vai su